MotoGP | Luci e ombre sui test di Sepang 2019

0

Il primo round di test ha visto partecipi sul suolo malese i team schierati per la MotoGP. Tra rookies e vecchie glorie, si sono delineate alcune interessanti piste di analisi per interpretare la stagione ormai alle porte.

Test Sepang 2019: Franco Morbidelli esce dai box
Morbidelli con il team SicRacing Petronas mentre esce dai box. Fonte: motorsport.com

Test Sepang 2019 – Ducati Speedy Gonzales sul giro secco

L’analisi dei tempi di questi tre giorni in terra malese evidenzia come sul giro veloce, nonostante il circuito sia complicato per il motore, le Ducati siano state padroni della pista. Quattro delle moto italiane finiscono i test in cima alla lista dei tempi: grande versatilità della nuova Desmosedici, soprattutto se si considera che una di queste appartiene al giovane Pecco Bagnaia. E’ suo infatti il secondo miglior tempo mai realizzato su questa pista, indice che siamo di fronte ad un debuttante effettivamente pronto per correre nella classe regina. E magari anche per portare anche a casa qualche podio.

Test Sepang 2019: Pecco Bagnaia con la GP 18
Francesco Bagnaia in azione con la sua Desmosedici GP 2018 a Sepang. Fonte: web

“Un tabella dei tempi come questa, con quattro Ducati davanti a tutti, mostra la competitività della nostra moto. Nonostante questo, dobbiamo mettere in discussione tutto. E’ ovvio che Yamaha ha fatto un passo avanti importante, perché era anche il costruttore che ne aveva più bisogno e non possiamo valutare la Honda perché Marquez e Crutchlow non sono al 100% e Lorenzo non c’è nemmeno”. Queste le parole di Andrea Dovizioso, quarto nella classifica combinata e cauto rispetto ai suoi avversari.

Test Sepang 2019: la Ducati di Dovipower
Andrea Dovizioso con la sua Ducati rosso fiammante in azione a Sepang. Fonte: web

Test Sepang 2019 – Yamaha (forse) sulla retta via

“Il percorso per sentirsi molto competitivi è ancora molto lungo, ma il gruppo di lavoro e l’atmosfera sono buoni. Il problema è che anche lo svantaggio che dobbiamo recuperare è enorme” ha riassunto Rossi, decimo alla fine dei tre giorni, ad un secondo dalla vetta.

Test Sepang 2019: VR46 con la nuova Yamaha
Momento #wheelieWednesday per Rossi sulla pista malese. Fonte: motorsport.com

L’uomo più veloce per la Yamaha è stato però lo spagnolo Maverick Vinales. Il pilota non è riuscito a raggiungere i giri veloci della Ducati, chiudendo quinto, ma ha dimostrato – insieme ad Alex Rins – di essere molto costante a livello di passo gara. Con il motore nuovo quasi pronto per l’approvazione, la nuova M1 sembra aver migliorato la stabilità in ingresso curva, grazie all’elettronica ed al freno motore. 

Test Sepang 2019: Maverick in piega
Maverick Vinales sfoggia il nuovo numero in piega sul circuito malese. Fonte: motorsport.com

Test Sepang 2019 – Progressi per l’Aprilia, ma dov’è Iannone?

Non male il resoconto dell’Aprilia se si considera la settima posizione di Aleix Espargaro a 0”783 da Danilo Petrucci. Anche se si guarda la simulazione effettuata da Espargaro il secondo giorno, in cui è stato il solo, assieme Viñales, a realizzare 20 giri consecutivi, si nota come la RS-GP sia certamente più competitiva della passata stagione. 

Test Sepang 2019: Andrea Iannone
Iannone in sella alla sua Aprilia a Sepang. Fonte: motoblog.it

È mancato il contributo di Andrea Iannone, costretto al riposo il venerdì a causa di un’infezione alla bocca. “Nonostante tutto sono contento – commenta Andrea – perché rispetto a Jerez sono già stati fatti dei cambiamenti secondo le mie richieste: non me le aspettavo in così poco tempo. Credo che Aprilia abbia un buon potenziale, ma siamo consapevoli che c’è bisogno di tempo per arrivare a certi risultati.”

Test Sepang 2019 – Honda a metà

Guardando i gesti di Marquez prima del test, tutto si poteva pensare fuorchè una forma fisica già così prestante. Il campione in carica è arrivato in Malesia con molti dubbi sulle sue condizioni fisiche dopo due mesi di inattività per l’intervento chirurgico alla spalla sinistra, ma ha lasciato la pista molto più sollevato. Lo spagnolo ha completato poco più di un centinaio di giri in tutto, rimanendo costante per tutta la durata dei test.

Marc ha anche potuto provare i nuovi aggiornamenti portati dalla casa giapponese. “Questa non è una moto sconosciuta, perché parte da una base che ha già funzionato. Quando qualcosa va bene, è meglio non modificarlo troppo” ha dichiarato il catalano, concentrandosi sul motore e sull’accelerazione in uscita delle curve. Per la frenata meglio aspettare che la spalla si rimetta in sesto.

Test Sepang 2019: La Repsol Honda del campione in carica
Marc Marquez torna a casa soddisfatto e sollevato dalla tappa malese. Fonte: motorsport.com

Test Sepang 2019: Suzuki animale da gara

Rins è stato il pilota con il miglior ritmo, nonostante in classifica figuri ad oltre un secondo dal tempo segnato da Petrucci. Ciò è dimostrato dalla media dei 15 giri migliori (1’59″617), anche se di poco piùveloce rispetto a Maverick Vinales. “Sono molto contento perché ho visto che la Suzuki ha fatto quest’inverno. Abbiamo avuto un sacco di cose da provare ed abbiamo finito soddisfatti. In Qatar arriverà ancora qualcosa, un nuovo scarico e forse un’altra carena” ha dichiarato Rins al termine dei test.

Test Sepang 2019: il sorriso di Alex Rins
Alex Rins è sorridente al termine della tre giorni a Sepang. Fonte: web

Manca ormai meno di un mese alla prima gara stagionale e l’aria comincia a farsi frizzante e carica di aspettative. Stesso posto – il Qatar – nuove indiscutibili emozioni.

Are you ready for the new season?

SEGUICI SU:

CANALE INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
CANALE TELEGRAM: https://t.me/MMImotorsport
PAGINA TWITTER: https://twitter.com/MmiMotorsport
NEWS MOTORI: https://www.metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Share.

About Author

Amante delle due ruote fin da piccola, seguo con passione il mondo dei motori. Per Metropolitan Magazine Italia scrivo di #MotoGP. Gestisco da anni una pagina online, #Dottorechepassione, nella quale parlo di tutto ciò che riguarda MotoGP, Moto2 e Moto3. Provo anche ad essere imparziale e sembrerebbe io ci riesca.

Lascia un commento