#tuesdaynight: Il punto sulla trentaquattresima giornata di Premier League

0

Come si sono comportate le squadre nell’ultimo turno?

Il fine settimana di Premier League ha preso il via venerdì sera con il successo del Newcastle sul campo del Leicester: nonostante il possesso di palla nettamente a favore delle Foxes, le occasioni sono state le stesse per entrambe le compagini, con i Magpies che si sono dimostrati più cinici in zona gol e hanno portato a casa i 3 punti grazie ad un 1 a 0 che permette loro di essere virtualmente salvi.

Premier League: un sabato ricco di gol

La gioia di Wilson dopo la rete del 4 a 0
(Credits to: goal.com)

Nella prima partita del sabato, dominio del Tottenham contro il già retrocesso Huddersfield: 2 gol nel primo tempo e doppietta per Lucas nel finale per gli Spurs che confermano così il terzo posto. Nel pomeriggio grande prestazione del Bournemouth che non fa sconti al Brighton e vince con un 5 a 0 nettissimo, ispirato soprattutto dal trio Wilson Fraser Brooks. Sempre alle 16:00, successi per 2 a 0 sia per il Burnley che per il Fulham, con i Clarets che grazie alla doppietta di Wood sconfiggono il Cardiff, ormai ad un passo dalla retrocessione, e con i Cottagers che, nonostante non abbiano più nulla per cui lottare, danno del filo da torcere all’Everton e alla fine hanno la meglio con 2 reti nella ripresa.

Salvezza ed Europa: successi con brivido

Tutta la felicità dei Saints a fine partita per i 3 punti conquistati
(Credits to: premierleague.com)

Vittoria fondamentale, invece, per il Southampton che si porta a 6 punti dalla zona retrocessione grazie al 3 a 1 sul Wolverhampton: la doppietta di Redmond nel primo tempo, rende inutili la supremazia nel gioco e il gol degli ospiti e la rete a 20 minuti dal termine sancisce il successo dei Saints. Tanti rischi anche per il Manchester United che, dopo essere stato graziato ad inizio gara dal guardalinee che segnala un fuorigioco inesistente e fa annullare quindi la rete del vantaggio del West Ham, si porta avanti su rigore, ma soffre poi le ripartenze degli Hammers e ad inizio ripresa viene raggiunto su un erroraccio difensivo. Dopo la traversa colpita dagli ospiti e l’ennesima parata di un grande De Gea, Pogba trasforma il secondo penalty di giornata e regala la vittoria ai Red Devils che restano così in corsa per un posto in Champions League.

Premier League: la domenica delle grandi

L’esultanza di Salah dopo il favoloso gol del 2 a 0
(Credits to: nzherald.com)

Nel primo match domenicale, il Manchester City non ha deluso le aspettative e grazie ad un ottima prestazione, alla doppietta di un sempre più ispirato Sterling e al gol nel finale, ha reso sterile la rete del Crystal Palace nella ripresa. Il Big-Match era senza dubbio quello tra Liverpool e Chelsea, con i Reds chiamati a rispondere al successo dei Citizens di poche ore prima. Dopo un primo tempo bloccato in cui la squadra di Klopp fa la partita e i Blues provano a far male in contropiede, Mané e Salah mettono a segno un uno-due da KO a inizio ripresa e sulle due occasioni non concretizzate da Hazard, i ragazzi di Sarri perdono le speranze e non si rendono più pericolosi per il resto della gara.

Monday Night da duri

Nel classico scontro del lunedì sera di Premier League, era in programma uno dei tanti derby di Londra. Watford e Arsenal si sono dati filo da torcere a vicenda, ma sono stati i Gunners a spuntarla, dati gli 80 minuti trascorsi in vantaggio di risultato e di uomini: la sciocchezza di Foster regala l’1 a 0 agli ospiti e la gomitata di Deeney fa restare gli Hornets in 10 contro 11, ma nonostante ciò, i ragazzi di Gracia tirano fuori gli artigli e creano più di un’occasione, ma gli ottimi interventi di Leno e i salvataggi difensivi impediscono loro di trovare il pareggio.

Share.

About Author

Nato nel 1996 a Roma. Appassionato di basket NBA, che segue da oltre 10 anni sempre più assiduamente, e di Premier League. Lavora per Metropolitan Magazine dal Luglio 2017.

Lascia un commento