Warhol prima di Warhol Uno sguardo alle opere giovanili di Andy Warhol

0

I disegni giovanili di Andy Warhol ci mostrano un lato differente del re della Pop Art; portandoci in un universo lontano dalle serigrafie di zuppe e star del cinema.

Quando qualcuno pronuncia la parola Pop Art, la nostra mente proietta immediatamente le immagine delle serigrafie di Warhol e si perde tra i famosi ritratti di Marylin Monroe o di Elvis Presley. Ma l’artista dalla fama di freddo imprenditore e raccoglitore del mood imperioso della società dei consumi ci mostra un lato nascosto di sé nelle sue prime opere.

Andy Warhol (foto dal web)

I disegni 

I disegni giovanili di Andy Warhol ci portano in un mondo delicato e fiabesco con i loro contorni a china e le figure riempite con foglia d’oro.  La produzione é molto vasta e variegata.

Sono superbi i ritratti di giovani uomini dai volti efebici e corpi statuari rappresentati con una  una tensione erotica che denota un forte desiderio sessuale seppur espresso in chiave molto raffinata.

Andy Warhol, Untitled, 1957 (foto dal web)

Andy Warhol, Untitled (Seated Male Nude Upper Torso) c. 1957 (foto dal web)

Andy Warhol ha aderito al culto cristiano bizantino e ha continuato ad essere osservante per tutta la sua vita. I disegni raccontano tutto l’universo emotivo del giovani artista, dall’erotismo alla sua vita spirituale. Le opere seguenti rappresentano un piccolo presepe in una grande mano dorata e l’evanescente figura di un angelo che sembra aver appena posato i suoi calzari a terra.

Andy Warhol, untitled, 1957 (foto dal web)

Andy Warhol, untitled, 1957 (foto dal web)

I libri per bambini

Nel 2016, il Morgan Library & Museum di New York ha ospitato una mostra dedicata a tutti i libri che l’artista ha realizzato e curato. Tra questi, dei libri per bambini a cui l’artista ha lavorato durante gli anni ’50.

Illustrazioni di Andy Warhol per un libro per bambini. (foto dal web)

Si potrebbe pensare che  crescendo il nostro artista abbia perso o almeno lasciato da parte la sensibilità che trapela da queste opere. In realtà, negli errori lasciati sulle serigrafie, Warhol vuole far trapelare la mano tremula ed insicura di quel ragazzo che vive ancora dentro di lui.

Andy Warhol, Serigrafia di Elizabeth Taylor . I colori che fioriscono dai contorni, come l’ombretto ad esempio, fanno scoprire la mano e quindi la sensibilità dell’artista dietro la riproduzione dell’opera. (foto dal web)

P.S.

Metropolitan Magazine Italia ha partecipato all’inaugurazione della mostra su Andy Warhol che si é aperta questa settimana. Qui l’articolo di Rossella Papa su uno dei più importanti eventi autunnali nella capitale.

Martina Antonini

 

 

 

Share.

Lascia un commento